Vivigratis logo
Facebook logoYoutube logoFlipboard logo
Tecnologia • Il miglior treppiedi amatoriale per macchina fotografica, da Manfrotto ai modelli da viaggio
Condividi
Whatsapp logo
Telegram logo
Pinterest logo

Il miglior treppiedi amatoriale per macchina fotografica, da Manfrotto ai modelli da viaggio

I migliori cavalletti per macchina fotografica
Fotografia. Un'austera e sfolgorante poesia del vero - Ansel Adams

Che tu sia un neofito della fotografia o un amatore da vacanza, scoprirai ben presto che il treppiedi è un accessorio di cui difficilmente potrai fare a meno durante le tue sessioni fotografiche.

Imparerai (o forse già lo sai!) che un buon cavalletto fotografico è essenziale per numerose tipologie di scatto, dalle foto di famiglia durante il pranzo di Natale alla macrofotografia.

In questo post abbiamo raccolto e analizzato i migliori treppiedi per macchine fotografiche reflex, bridge e mirrorless da utilizzare a livello amatoriale: scopri subito quello che fa per te!

Come è fatto un treppiedi per macchina fotografica?

Treppiedi per la fotografia, da quali parti è copmposto?
A cosa serve una grande profondità di campo se non c'è un'adeguata profondità di sentimento? - Eugene Smith

I treppiedi destinati alla fotografia si compongono di 3 parti fondamentali:

  • 3 gambe divise in sezioni telescopiche e dotate di piedi.
  • Una staffa centrale estensibile, su cui convergono le gambe del cavalletto.
  • Una testa fotografica, integrata nei modelli più semplici e separata e intercambiabile nei modelli professionali e semi-professionali.

I migliori treppiede Manfrotto

Manfrotto, treppiedi professionali made in italy per la fotografia
Credits: Manfrotto, pagina Facebook ufficiale

La storia di Manfrotto, azienda italiana leader nella produzione di supporti fotografici in tutto il mondo, ha inizio negli anni '60 del secolo scorso.

Il fondatore Lino Manfrotto era un fotografo professionista che creò i suoi primi prodotti con l'intenzione di facilitare il lavoro di chi scattava foto, rendendo più maneggevole l'attrezzatura allora pesante e ingombrante.
Nel 1974 prese vita il primo treppiede Manfrotto.

Gli ordini andarono via via aumentando, e negli anni '70 la società raggiunse la fama a livello globale di cui gode ancora oggi.

Puoi scoprire di più sull'azienda al sito www.manfrotto.it

Compact Action: il treppiede Manfrotto per i primi passi

Con borsa imbottita
Compact Action
Compact Action

Manfrotto

Altezza massima 155 cm - Portata 1,5 kg - Peso 1,2 kg

Vai al negozio

Compact Action è a nostro parere il miglior treppiedi amatoriale per macchine fotografiche prodotto dal marchio Manfrotto.
Si compone di 3 gambe a 4 sezioni telescopiche e una testa a sfera joystick che lo rendono intuitivo nell'utilizzo, versatile ed ergonomico.

Compatto e facile da trasportare, pesa circa 1,2 chilogrammi e una volta chiuso misura poco più di 45 centimetri

Pro:

  • Il prezzo, accattivante anche per chi si è da poco avvicinato al mondo della fotografia
  • La piastra Quick Release, che permette lo sgancio rapido della fotocamera
  • La borsa protettiva con la quale è venduto è imbottita e resistente
  • Peso e dimensioni da chiuso lo rendono comodo da trasportare, anche grazie alla borsa in dotazione

Contro:

  • A differenza da quanto dichiarato nella descrizione, il prodotto è giudicato dagli utilizzatori inadatto a girare video
  • Non è presente alcuna bolla per regolare l'inquadratura
  • Quando le gambe sono completamente estese il treppiedi risulta poco stabile

055: il treppiede Manfrotto in fibra di Carbonio

Prestazioni elevate
055 in Carbonio
055 in Carbonio

Manfrotto

Altezza massima 170 cm - Portata 9 kg - Peso 2 kg

Vai al negozio

055 è un treppiedi di tutto rispetto, fluido nei movimenti, costruito con materiali di grande qualità e molto solido.

Il treppiede 055 Manfrotto è disponibile anche in alluminio: il peso del supporto aumenta da 2 a 2,5 chilogrammi, ma il prezzo è decisamente più economico.

Pro:

  • Le chiusure Quick Power, che garantiscono buona stabilità anche nel modello con gambe a 4 sezioni
  • L'attacco Easy Link, per collegare facilmente al cavalletto luci e accessori
  • Il materiale, in fibra di carbonio, leggero e resistente
  • Grazie alla colonna centrale che può essere posizionata a 90° e alle 4 posizioni d'angolo delle gambe la versatilità è ottima

Contro:

  • Il rapporto qualità - prezzo non è tra i più convenienti

Pixi: il treppiede da viaggio Manfrotto

Il più leggero
Treppiede da Tavolo PIXI
Treppiede da Tavolo PIXI

Manfrotto

Altezza 13 cm - Portata 1 kg - Peso 190 gr

Vai al negozio

Pixi è un piccolo aiutante di soli 190 grammi per 18 centimetri di lunghezza, da chiuso, che si adatta alle fotocamere compatte, alle reflex non troppo pensati e agli smartphone, grazie al supporto acquistabile separatamente. È realizzato in tecnopolimero e alluminio ed è disponibile in 4 colori: rosso, rosa, bianco o nero.

Pro:

  • Le dimensioni e il peso ridottissimi, che lo rendono perfetto tanto per essere portato in viaggio all'interno del bagaglio a mano quanto per gite ed escursioni in cui il treppiedi dev'essere riposto nello zaino fotografico
  • È molto economico.
  • È disponibile in diversi colori

Contro:

  • La portata, di solo un chilo.
  • L'altezza del supporto una volta aperto, appena 13 centimetri.
  • Le recensioni evidenziano alcune difficoltà nella regolazione della testa, non particolarmente fluida

I migliori treppiedi per macchina fotografica economici fino a 60 euro

Quali treppiedi economici comprare
Ci sono fatti, pezzi di storia, che esistono solo perché c’è una fotografia che li racconta - Mario Calabresi

Per chi pratica la fotografia a livello amatoriale ed è alla ricerca di un prodotto economico che garantisca prestazioni decorose, o per chi si è da poco avvicinato al mondo della fotografia e vuole acquistare un buon prodotto ad un prezzo ragionevole per muovere i primi passi in questo fantastico mondo, abbiamo selezionato alcuni tra i modelli migliori attualmente in commercio.

Amazon Basics: il miglior treppiedi leggero per iniziare

Il più economico
Treppiede leggero
Treppiede leggero

AmazonBasics

Altezza massima 152 cm - Portata 3 kg - Peso 1,36 kg

Vai al negozio

Essenziale ma pratico, il treppiedi leggero per macchina fotografica reflex Amazon Basics è il prodotto migliore per chi acquista un cavalletto per la prima volta. È venduto con una borsa a tracolla per il trasporto, è abbastanza stabile ed è fornito di una testa a 3 vie con piastra di rilascio rapido.

Pro:

  • I piedini che si muovono per adattarsi alla pendenza del terreno
  • Le due livelle a bolla integrate
  • Il prezzo, molto economico
  • Il peso leggero

Contro:

  • La robustezza del supporto non è paragonabile a quella dei prodotti professionali
  • Non è adatto a reggere le macchine fotografiche più pesanti

Amazon Basics: treppiedi in alluminio con testa a sfera

Testa a sfera
Treppiede in alluminio con testa a sfera
Treppiede in alluminio con testa a sfera

AmazonBasics

Altezza massima 157,5 cm - Portata 4 kg - Peso 1,6 kg

Vai al negozio

Amazon Basics propone ai suoi clienti un secondo prodotto, dal prezzo leggermente più alto ma con tantissime funzionalità.

La testa a sfera permette di posizionare la fotocamera in qualsiasi angolazione e le gambe sono regolabili attraverso 3 blocchi; queste caratteristiche, unite alla possibilità di invertire la colonna centrale, rendono possibile ottenere praticamente qualsiasi inquadratura.

Pro:

  • I piedini di gomma, dotati di puntelli metallici per migliorare la stabilità
  • L'elevata versatilità che rende possibile scattare da qualsiasi angolazione
  • La portata buona, fino a 4 kg
  • La livella a bolla integrata

Contro:

  • La vite presente al termine della colonna centrale va stretta spesso per non rischiare di perderla
  • Le recensioni evidenziano qualche difficoltà nell'allungare le gambe bloccandole ad un livello omogeneo

Neewer 10090794: il treppiedi che diventa monopiede

Anche monopiede
10090794
10090794

Neewer

Altezza massima 177 cm - Portata 4 kg - Peso 1,8 kg

Vai al negozio

Questo treppiedi Neewer, disponibile nei colori nero e blu metallizzato, può essere trasformato in monopiede e fornire appoggio al fotografo anche nelle situazioni in cui lo spazio scarseggia.

In alluminio e plastica, ha gambe a 4 sezioni e una testa a tre vie con piastra di sgancio rapido.

Pro:

  • L'altezza che raggiunge da esteso, oltre 1,70 metri
  • La possibilità di trasformarlo in monopiede per scattare dove manca spazio

Contro:

  • I materiali degli agganci e della testa, in plastica
  • La testa, dalla rotazione non molto fluida

I migliori treppiedi per macchina fotografica oltre 60 euro

Treppiedi semi professionali per macchine fotografiche
Non c’è niente di peggio di un’immagine nitida di un concetto sfuocato - Ansel Adams

Con un budget di oltre 60 euro la qualità dei cavalletti si alza, permettendo di scremare i prodotti più basici per cercare prestazioni migliori e più complete.

Andoer Q-666: il treppiedi compatto che diventa monopiede

Si richiude in 36 cm
Q666
Q666

Andoer

Altezza massima 1,53 cm - Portata 15 kg - Peso 1,5 kg

Vai al negozio

Andoer propone un treppiedi dal costo medio nel panorama dei prodotti per fotografi amatoriali, a cui fa da specchio una qualità degna di menzione.

In magnesio e alluminio, questo cavalletto è molto compatto e facile da trasportare, raggiungendo una dimensione di appena 36 centimetri da chiuso.
Le gambe, a 5 sezioni telescopiche, si allungano fino ad oltre un metro e mezzo e la colonna centrale invertibile può anche essere utilizzata come monopiede, all'occorrenza.

Pro:

  • Ottimo per i viaggi, chiudendosi in soli 36 centimetri
  • La possibilità di trasformarlo in monopiede per scattare dove manca spazio

Contro:

  • L'elevato numero di sezioni delle gambe incide negativamente sulla stabilità
  • I sistemi di blocco/sblocco delle gambe, rigidi
  • Alcune recensioni sottolineano la poca resistenza delle giunture e delle gambe

Vanguard Alta Pro 263AB 100: il treppiedi reclinabile con testa a sfera

Il migliore
Vanguard Alta Pro 263AB 100
Vanguard Alta Pro 263AB 100

Vanguard

Altezza massima 1,73 cm - Portata 7 kg - Peso 2,4 kg

Vai al negozio

Grande stabilità, grandissima flessibilità: il treppiedi per macchine fotografiche Vanguard Alta Pro può senza ombra di dubbio essere definito un cavalletto semi - professionale, a partire dai materiali di alta qualità.

L'innovativa colonna centrale Multi Angle MACC rende possibile angolare quest'elemento da 0 a 180 gradi tanto in orizzontale quanto in verticale, per poi tornare alla posizione originaria in pochi secondi con un semplice movimento grazie al sistema Stop-n-Lock.
Le gambe possono essere regolate indipendentemente con angolazioni di 25, 50 e 80 gradi; la testa a sfera ruota di 360 gradi.

Pro:

  • La colonna centrale decentrabile in diverse angolazioni
  • L'estremità in gomma dei piedini può essere svitata per lasciare spazio a dei piccoli spuntoni in metallo
  • Le gambe possono assumere diverse posizioni indipendenti
  • La testa a sfera, molto fluida
  • Tre livelle a bolla integrate

Contro:

  • Il peso, anche se non eccessivo, è più alto di quello dei treppiedi visti fin ora
  • Il prezzo abbastanza elevato, ma commisurato alla qualità

I migliori treppiedi per macchina fotografica da viaggio

Cavalletti compatti e snodabili per portare in viaggio la tua macchina fotografica
La Terra è arte, il fotografo è solo un testimone - Yann Arthus-Bertrand

Le foto di viaggio sono da sempre un grande must che accomuna gli esperti della fotografia, i neofiti e i turisti che ogni anno si riversano sulle spiagge al tramonto alla ricerca dello scatto perfetto.

Se sei alla ricerca di un treppiedi che ti accompagni verso tutte le tue mete, ricorda di cercare un prodotto compatto e leggero, che non occupi troppo spazio nel bagaglio a mano e sia comodo da trasportare.

Treppiedi snodabile GorillaPod SLR-Zoom con Ballhead

Snodabile
GorillaPod SLR-Zoom
GorillaPod SLR-Zoom

Joby

Portata 3 kg - Peso 241 grammi

Vai al negozio

Pesa pochissimo e può essere agganciato ovunque, è il treppiedi da viaggio Gorillapod SRL-Zoom. Con i suoi 240 grammi non si farà notare all'interno del bagaglio a mano, sempre in lotta con le restrittive regole per l'imbarco in aeroplano (scopri il regolamento delle principali compagnie aeree).

Creato con iniezioni di plastica modellata Giapponese di altissima qualità, Gorillapod SRL-Zoom promette alta aderenza su tutte le superfici e resistenza attraverso gli anni.

Pro:

  • Le gambe flessibili con oltre 24 articolazioni, che possono essere agganciate a qualsiasi sostegno
  • Il peso davvero esiguo
  • La bolla di livello integrata
  • La testa a sfera in alluminio può ruotare di 360 gradi e inclinarsi di 90

Contro:

  • Alcune recensioni evidenziano la stabilità non ottimale del cavalletto, soprattutto durante lunghe esposizioni e in posizione verticale

Mini-treppiedi con testa panoramica ZOMEi

Il più compatto
Mini treppiedi con testa panoramica
Mini treppiedi con testa panoramica

ZOMEi

Altezza massima 53 cm - Portata 3 kg - Peso 750 grammi

Vai al negozio

Piccolo e robusto, il treppiedi da viaggio ZOMEi si allunga fino a 53 centimetri, per poi richiudersi in 34. La testa fotografica è rotante a 3 vie.

Pro:

  • La staffa a molla che rende possibile l'utilizzo del cavalletto anche con lo smartphone
  • La compattezza della struttura una volta chiusa
  • Il solidità e la robustezza dei materiali

Contro:

  • Il meccanismo di bloccaggio delle gambe è un po' laborioso
  • Il peso, di 750 grammi, non è l'ideale per chi viaggia in aereo con il solo bagaglio a mano

Treppiedi per macchina fotografica: quale comprare?

Il treppiedi semi professionale per macchina fotografica da comprare subito
Il miglior cavalletto amatoriale è, a nostro parere, Vanguard Alta Pro 263AB

Il miglior treppiedi non professionale per macchina fotografica attualmente in commercio è, a nostro parere, il modello Vanguard Alta Pro: è versatile, stabile e resistente, realizzato con materiali eccellenti e prestando attenzione ai dettagli. Il prezzo, seppur non economicissimo, è comunque accessibile e ha un ottimo rapporto con la qualità semi - professionale del cavalletto.

Per chi, invece, è davvero alle prime armi con la fotografia, o ha a sua disposizione un budget ridotto, il treppiedi leggero prodotto da Amazon Basics permette di portare a casa un prodotto decoroso con poco più di 20 euro.

Infine Manfrotto Pixi è il prodotto consigliato a chi cerca un treppiedi che stia nel bagaglio a mano in vista della prossima vacanza.

Come scegliere il treppiedi per macchina fotografica

Tutte le caratteristiche per scegliere il treppiedi migliore per le tue foto
La macchina fotografica è uno strumento che insegna alla gente come vedere il mondo senza di essa - Dorothea Lange

Quali sono le caratteristiche essenziali da valutare quando si sceglie un treppiedi per la macchina fotografica? Vediamole insieme.

Stabilità

La stabilità è senza ombra di dubbio la qualità primaria da cercare in un treppiedi: se manca non solo lo strumento risulta inutilizzabile, ma rischia anche di rovinare la tua attrezzatura fotografica.

Da cosa dipende la stabilità?

La stabilità di un treppiedi è direttamente proporzionale al suo peso e alla sua altezza; inoltre, estendendo la colonna centrale del cavalletto, la stabilità diminuisce molto.

Altri aspetti che influenzano questa caratteristica sono il numero di sezioni telescopiche in cui sono divise le gambe (maggiori sezioni, minore stabilità) e l’eventuale presenza di piedi studiati per agganciarsi al terreno.

Un’altro fattore da prendere in considerazione relativamente alla stabilità è l’eventuale presenza di un gancio al termine della colonna centrale; qui possono infatti essere ancorati dei pesi per aumentarla.

Peso

Il peso è la seconda caratteristica portante nella scelta di un cavalletto fotografico. Se è vero che a maggior peso corrisponde maggior stabilità, bisogna però tener presente che un cavalletto di molti chili è difficile da portare con sé.

A meno che la tua intenzione sia di utilizzarlo limitatamente al tuo studio (nel qual caso il peso oneroso non rappresenta un problema), cercare un compromesso soddisfacente tra peso e stabilità è fondamentale.

Dimensioni

Cavalletto fotografico, come sceglierlo
C’è una grande differenza tra lo scattare una foto e fare una fotografia - Robert Heinecken

Prima di acquistare un cavalletto, è bene considerare tutte le sue dimensioni sia da aperto che da chiuso, per conoscerne l’ingombro in caso di trasporto.

L’altezza ideale del treppiedi aperto è proporzionata alla tua altezza, circa 20 cm in meno a voler essere precisi: in una situazione ideale la macchina fotografica dovrebbe essere all’altezza del tuo occhio.

Non sottovalutare l’altezza minima: in alcuni casi, come per la macrofotografia, l’inquadratura perfetta è molto vicina al suolo.

Materiali

Il materiale più diffuso per la realizzazione dei treppiedi è l’alluminio, che regala una buona stabilità a scapito della leggerezza. Le stesse caratteristiche le ritroviamo nei cavalletti in magnesio e titanio.

I treppiedi in fibra di carbonio sono molto più leggeri e facili da trasportare durante escursioni e viaggi, ma, pur garantendo un ottimo smorzamento delle vibrazioni, perdono un po’ in stabilità e resistenza e sono in genere molto cari.

Infine esistono cavalletti fotografici in legno e plastica, assai meno diffusi. I primi hanno una buona qualità, ma costano molto; i secondi, invece, sono parecchio instabili e adatti generalmente solo a mirrorless o macchine compatte.

Portata

Sapere quanti chilogrammi può reggere il cavalletto è fondamentale: scegli un treppiedi che sostenga senza problemi il peso della tua fotocamera con l’obiettivo più pesante e di tutti gli eventuali accessori.

Tieni presente che questo dato è spesso impreciso: per essere certo che il treppiedi non si rompa, facendo crollare tutta la tua attrezzatura fotografica, sappi che si tende a considerare realistica la metà del dato dichiarato dalle case produttrici.

Testa Fotografica

Treppiedi: come scegliere la testa fotografica adatta alla tua macchina
Se una foto è buona racconta molte storie diverse - Josef Koudelka

La testa è l’elemento del treppiedi che collega la tua macchina fotografica al corpo del cavalletto e permette di orientare la fotocamera grazie ad un insieme di elementi meccanici.

La testa compie tre tipi di movimento (rotazione rispetto al piano, inclinazione fronte – retro, inclinazione desta – sinistra) che rendono possibile orientare la macchina fotografica a 360 gradi.

La maggior parte dei treppiedi viene fornito con una testa integrata, che può essere staccata dalla base e, eventualmente, sostituita.

Sul mercato esistono tantissime tipologie di teste per treppiedi, ma le più diffuse possono essere ridotte a due categorie:

  • teste a sfera: i movimenti vengono fatti da un singolo snodo, incardinato su un giunto centrale di forma sferica;
  • teste a 3 assi: composte da tre diversi meccanismi, uno per ogni movimento.

Con le prime è possibile cambiare l’inquadratura più rapidamente, ma risultano leggermente imprecise per alcuni tipi di fotografie, come per gli scatti in cui è fondamentale la messa in bolla.

FAQ: le risposte alle domande più frequenti sull'uso del treppiedi per macchina fotografica

Treppiedi fotografico, la guida all'uso
La macchina fotografica è per me un blocco di schizzi, lo strumento dell’intuito e della spontaneità, il detentore dell’attimo che, in termini visivi, interroga e decide nello stesso tempo - Henri Cartier-Bresson

Hai ancora dubbi e domande sul treppiedi per la macchina fotografica e sul suo utilizzo? Consulta le risposte alle domande frequenti di seguito e scopri tutti i segreti del cavalletto fotografico!

Come si usa il treppiedi per macchina fotografica?

La prima cosa da fare, quando si usa un treppiedi, non riguarda il cavalletto! È molto più comodo iniziare componendo lo scatto e cercando l’angolazione perfetta.

Solo allora potrai montare il treppiedi; niente impedisce di invertire quest’ordine, è vero, ma ci si troverebbe a fare il doppio della fatica, girando con il treppiedi in mano e ritrovandosi a regolarlo di nuovo una volta individuata la sua posizione definitiva.

A questo punto punta le gambe e monta la fotocamera.

Regola l’altezza prima di tutto con le gambe, e utilizza la barra centrale solo nei casi in cui ancora non sia sufficiente.

Quando usare il treppiedi per macchina fotografica?

Il cavalletto fotografico, quando usarlo?
Imparare a vedere, è il tirocinio più lungo in tutte le arti - Edmond De Goncourt

Il treppiedi è un aiutante indispensabile in moltissime situazioni in cui la macchina fotografica e le tue braccia, da sole, non bastano.

La sua principale qualità, infatti, è quella di smorzare le micro-vibrazioni delle mani che tengono la fotocamera: ecco allora che un buon cavalletto è indispensabile tutte le volte in cui devi scattare una foto con un'esposizione lunga.

Una regola generica, ma abbastanza efficace, per sapere quando utilizzare un treppiedi per scattare riguarda il rapporto con la focale utilizzata.
Facciamo un esempio: se stai utilizzando una focale di 200 mm, dovresti utilizzare un tempo di scatto più veloce di 1/200 di secondo per essere certo di non generare micro-mossi scattando a mano libera.

In particolare, il cavalletto per le foto è indispensabile per:

  • Esposizioni lunghe: il treppiedi permette di evitare il mosso e il micro-mosso.
  • Macrofotografia e fotografia di paesaggio: l’uso del cavalletto permette di migliorare la nitidezza dello scatto.
  • Autoritratti e scatti in cui il fotografo è presente in prima persona.
  • Fotografia notturna: quando si rende necessario utilizzare tempi di scatto lunghi.
  • Light Painting: per ottenere quest’effetto è necessario, di nuovo, allungare il tempo di scatto.

Dove comprare il treppiedi per macchina fotografica?

Il treppiedi è un accessorio tra i più diffusi per la macchina fotografica e la fotografia in generale, quindi non è difficile trovarlo nei negozi specializzati in elettronica.

Lo shopping online dà però, come sempre, la possibilità di ampliare esponenzialmente le possibilità di scelta e di scovare offerte davvero convenienti.

Amazon.it in particolare, nato con l’elettronica, ha in catalogo centinaia di cavalletti per la fotografia per tutte le esigenze, quasi sempre in vendita a prezzo scontato e con spedizione gratuita per i clienti Amazon Prime.

Bisogna disattivare lo stabilizzatore quando si usa il treppiedi?

Stabilizzatore ottico vs cavalletto
È arte la fotografia? Quien sabe? Chi lo sa e chi se ne importa? Mi piace! - Edward Weston

Lo stabilizzatore ottico d'immagine serve a ovviare ai micro-mossi che possono generarsi quando scatti a mano libera. In linea di massima si consiglia di disattivare lo stabilizzatore ogni qual volta questo non sia necessario, ad esempio quando si scatta con tempi molto brevi o si utilizza un cavalletto, per evitare che influisca negativamente sulla qualità dell'immagine.

Attenzione, lo stabilizzatore non è la panacea di tutti i mali; in caso di esposizioni molto lunghe non può essere d'aiuto. Il consiglio in questi casi è di disattivarlo e scattare utilizzando un treppiedi.