I migliori vibratori [guida]

vivigratis | | 12 minuti di lettura

Un tempo era tabù, mentre oggi se ne parla apertamente e anzi è consigliata dai sessuologi per conoscere meglio il proprio corpo e migliorare la propria vita sessuale.

Di cosa stiamo parlando? Della masturbazione ovviamente! Che tu sia uomo o donna non importa, ci sono parti del tuo corpo create darti piacere, basta solo sapere come stimolarle al meglio. Ci si può masturbare usando semplicemente le dita oppure con l'ausilio di appositi sex toy, tra i quali spicca il famosissimo vibratore che, come ci insegna il cinema (vedi Sex and the city o 50 sfumature di grigio), può diventare anche bel gioco da sperimentare durante i rapporti di coppia, sia etero che omosessuali.

Insomma il vibratore è un valido alleato per la propria sessualità che la si viva da soli o in compagnia, ma prima di acquistarne uno è bene imparare a conoscere meglio questo strumento del piacere per capire quale modello scegliere e come usarlo in totale sicurezza.

migliore vibratore per la coppia

Cos’è il vibratore?

Prima di correre a comprarne uno impariamo a conoscerlo. Detto in poche parole il vibratore è uno stimolatore erotico che dà piacere sessuale grazie alle vibrazioni che produce. Un vero e proprio prodigio della meccanica, da non confondersi con il dildo, che invece è un sex toy molto più semplice e non è dotato di motore.

I vibratori non fanno provare orgasmi più intensi di quelli che puoi ottenere con la sola stimolazione manuale, ma ti aiutano a raggiungere il piacere più velocemente e con più facilità, per questo sono spesso consigliati dai sessuologi ai pazienti che faticano a raggiungere l’orgasmo.

Contrariamente a quanto si pensa, infine, il vibratore non è studiato solo per il piacere femminile, ma molti modelli sono progettati per la penetrazione anale, quindi utilizzabili sia dalle donne che dagli uomini, e alcuni addirittura sono adatti prettamente al piacere maschile. Quindi cari uomini questo gioiellino non è un vostro rivale, anzi potrebbe rivelarsi il vostro miglior alleato!

Le tipologie di vibratore

le diverse tipologie dei migliori vibratori

Modelli differenti, rigidi o flessibili, costosi o economici: di vibratori ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Vediamoli insieme uno per uno!

Vibratore classico

I vibratori classici hanno una forma fallica liscia o stilizzata e vengono prodotti in varie dimensioni. Ne esistono di diversi colori, alcuni addirittura sono laccati in oro e argento. Offrono questa ampia scelta per accontentare sia chi ama un design elegante sia chi invece ricerca un sex toy molto più realistico.

Sono adatti alla penetrazione vaginale e sono l’ideale se sei una neofita dei sex toys e vuoi iniziare con qualcosa di semplice e poco impegnativo.

migliore vibratore classico

Vibratore rabbit

Sdoganati dalla celebre serie tv “Sex & The City” i vibratori rabbit hanno portato una vera e propria rivoluzione nel mondo dei sex toys dando attenzione per la prima volta al vero centro del piacere femminile: il clitoride.

Sono formati da due corpi distinti, entrambi vibranti, uniti alla base. Il primo è simile a un vibratore classico e va introdotto nella vagina, mentre il secondo poggia direttamente sul clitoride e lo avvolge con le due estremità a forma di orecchie di coniglio (da qui il nome “rabbit”, coniglio in inglese).

Questo vibratore è tra i più venduti di sempre ed è l’ideale per chi cerca un piacere intenso e a 360°.

migliore vibratore modello rabbit

Vibratore rabbit rotante

I vibratori rabbit rotanti sono un’evoluzione più moderna dei rabbit semplici. All’interno del corpo in silicone usato per la penetrazione contengono delle sfere metalliche che massaggiano le pareti della vagina amplificando l’effetto delle vibrazioni e toccando zone inesplorate, mentre in alcuni modelli a ruotare è l’intera estremità del vibratore. Oltre a stimolare l’intera cavità vaginale, questi vibratori grazie alla rotazione riescono a imitare i fisiologici mutamenti di forma che ha il pene durante un rapporto sessuale offrendo sensazioni autentiche.

Questi vibratori sono adatti alle donne che cercando un sex toy in grado di regalare momenti di piacere davvero intensi o molto simili a quelli che si possono avere in coppia.

Vibratore clitorideo

Questi vibratori non hanno una forma fallica perché si concentrano solo sulla stimolazione del clitoride senza arrivare per forza a una penetrazione, anzi alcuni imitano un semplice rapporto orale. Ne esistono di diverse dimensioni (alcuni sono talmente discreti che possono essere messi in borsetta) e fantasiose forme che li rendono irriconoscibili: il sex toy giusto per le donne a cui piacciono la stimolazione clitoridea e…la discrezione!

il migliore vibratore modello clitorideo

Vibratore punto G

Oltre al clitoride il piacere femminile ha un altro scrigno: il punto G. In questo caso, però, trovarlo e stimolarlo non è così semplice e immediato, è necessario conoscere molto bene il proprio corpo. Dal punto di vista anatomico il punto G si trova a circa 3-5 cm dall’entrata della vagina, tra l’apparato genitale e quello urinario. È un piccolo lembo di tessuto cavernoso sensibile alle forti pressioni che se stuzzicato a dovere è in grado di regalare forti orgasmi.

Stimolare il punto G manualmente è piuttosto difficile, ma vengono in nostro aiuto i vibratori punto G che hanno una forma curvata, simile a quella di una parentesi tonda, e un’estremità piatta e larga che va ad appoggiarsi direttamente nel punto giusto.

Questi sex toys sono l’ideale per le donne che hanno voglia di conoscersi meglio e lasciarsi andare a nuove esperienze di piacere.

migliori vibratori stimolanti del punto G

Vibratore anale

I vibratori anali sono pensati sia per il piacere femminile che per quello maschile e possono essere usati da soli o in coppia. Questi sex toys offrono piacere in totale sicurezza: la punta è più sottile dei vibratori classici per facilitare il loro ingresso nell’ano, mentre la base è molto più larga sia per stimolare bene tutta la zona perianale sia per evitare che il vibratore si possa inserire totalmente nell’ano e non lo si riesca più a rimuovere.

migliore vibratore penetrazione anale

Vibratore telecomandato o wifi

Il mondo dei sex toys corre al passo coi tempi e ha messo la tecnologia al suo servizio. Da questo connubio sono nati una serie di vibratori 2.0 e tra questi c’è il vibratore telecomandato.

Con il filo o wifi, il vibratore telecomandato è particolarmente adatto ai giochi di coppia. I suoi programmi di vibrazione si attivano con un telecomando che ha circa 10-20 metri di portata: il partner può restare di fronte alla sua donna o darle piacere stando in un’altra stanza.

È il vibratore adatto alle coppie che amano l’intrigo e che lavorano per migliorare la loro intesa sessuale.

migliori vibratori telecomandati

Vibratore a distanza

Ancora più tecnologico del vibratore telecomandato, il vibratore a distanza può essere comandato anche a chilometri e chilometri di lontananza. Per funzionare necessita di un’app da scaricare sul proprio telefono (sia iPhone che con sistema Android) e su quello del partner che grazie al Bluetooth metterà in comunicazione i due telefoni con il vibratore.

Questo sex toy è particolarmente adatto alle coppie che sono costrette a vivere una relazione a distanza e non vogliono rinunciare alla loro intimità.

Vibratore musicale

Per gli amanti della musica il sex toy ideale è il vibratore musicale: grazie a un particolare sistema di riconoscimento questo vibratore è in grado di vibrare a ritmo della tua musica preferita o seguendo le onde sonore della tua voce e di quella del tuo partner. Un bel gioco da sperimentare da soli o in coppia!

migliori vibratori comandati a distanza

Vibratori indossabili

I vibratori indossabili sono studiati appositamente per il piacere da vivere in coppia, etero o omosessuale. Ne esistono di due tipi: strapon e strapless. I primi per poter essere usati necessitano di un’apposita imbragatura, mentre i secondi sono progettati per essere sostenuti dai muscoli della vagina. Entrambi prevedono che ci sia un partner attivo (nel caso degli strapless la partner attiva può essere solo la donna) e uno passivo.

Di solito questi vibratori sono molto usati delle coppie lesbo, ma possono diventare un gioco intrigante anche per le coppie etero con una forte intesa.

Mini vibratore

Per chi desidera un sex toy talmente discreto da poter essere nascosto nella borsa in commercio si trovano i mini vibratori. Piccoli nelle dimensioni, ma non per questo meno performanti. Sono adatti anche a chi si è appena avvicinato al mondo dei giocattoli erotici e preferisce partire con qualcosa di più soft.

migliore mini vibratore discreto

Ovetto vibrante

Tra i sex toys discreti vi è anche l’ampia gamma di ovetti vibranti. Di diverse forme, dimensioni e colori sono studiati per sia una penetrazione vaginale poco invadente che per la stimolazione clitoridea. L’ovetto vibrante è utile per la masturbazione, ma è indicato anche per quelle coppie che vogliono sperimentare i sex toys andando per gradi.

migliore vibratore ovetto

Anello vibrante

L’anello vibrante è un sex toy a forma di anello che va infilato sul pene. Grazie alle vibrazioni è in grado di dare piacere all’uomo e allo stesso tempo di stimolare il clitoride della donna o la prostata del proprio partner maschile. È l’ideale per le coppie etero e omosessuali che amano il sesso tradizionale, ma con un po’ di pepe in più.

migliore vibratore ad anello

Come si usa il vibratore?

migliore vibratore donna

Qualunque modello tu abbia scelto, prima di iniziare a usare il vibratore conviene seguire due semplicissime procedure.

Per prima cosa il vibratore va lavato e disinfettato perché entrerà a contatto con le tue parti intime, quindi l’igiene è fondamentale e se soffri di particolari allergie controlla bene sul manuale di che materiali è composto così eviterai spiacevoli irritazioni.

In secondo luogo devi sapere che i vibratori non hanno tutti la stessa intensità di vibrazione, anzi alcuni modelli ti permettono di scegliere tra tanti programmi diversi. Le nostre parti intime hanno milioni di terminazioni nervose, per questo una vibrazione molto intensa potrebbe darti fastidio invece che piacere. Purtroppo non abbiamo parti del corpo tanto sensibili quanto i nostri genitali, ma per darti l’idea di come potrà essere l’effetto prova ad appoggiare il vibratore sul palmo aperto della mano o meglio ancora sulla punta del naso: il risultato non è proprio lo stesso, ma almeno si avvicina!

Pulito e ben igienizzato il tuo nuovo vibratore è pronto per accompagnarti nella scalata al piacere:

  1. se non hai ancora raggiunto un buon livello di eccitazione o se soffri di secchezza vaginale cospargi le tue parti intime con un po’ di lubrificante a base d’acqua (in commercio ormai ne esistono tantissimi tipi), a questo punto avvicinalo alla vagina impostando la velocità più bassa: in questo modo il tuo corpo avrà il tempo per prendere confidenza con il nuovo sex toy.
  2. ora concentrati sul clitoride: prova a stimolarlo con diverse velocità e con movimenti più o meno lenti. A questo punto puoi lasciarti andare fino all’orgasmo o decidere di provare anche la penetrazione (se il modello che hai scelto è adatto a questa pratica).
  3. inserisci delicatamente il vibratore all’interno della vagina e continua a farlo scivolare dentro e fuori tornando ogni tanto a stuzzicare anche il clitoride. Ripeti questi movimenti fino a raggiungere l’orgasmo.

Se hai comprato un vibratore per la penetrazione anale il meccanismo è lo stesso: igienizza il vibratore, lubrificalo, scegli la velocità di vibrazione e usalo per la penetrazione. Attenzione, però, una volta usato per la penetrazione anale va nuovamente igienizzato se vuoi usarlo per la stimolazione vaginale.

Se ad utilizzarlo siete in due, invece, date il via alle danze solo quando entrambi siete entrati in confidenza con il nuovo sex toy altrimenti per uno dei due potrebbe rivelarsi imbarazzante e poco piacevole.

In coppia il vibratore può servire a stimolare il partner durante il sesso orale o durante la penetrazione anale ed esistono alcuni modelli che possono essere inseriti nella vagina addirittura durante una classica penetrazione.

Come si pulisce il vibratore?

pulizia migliori vibratori

L’igiene dei sex toys è fondamentale, specialmente se vengono condivisi con un partner. Molti modelli di vibratore vengono venduti direttamente insieme al loro detergente, in questo caso ci si può affidare all’esperienza del produttore e usare quanto consigliato, sempre che non si abbiano allergie a uno qualsiasi degli ingredienti presenti sull’etichetta del detergente.

Se hai acquistato un vibratore che non prevedeva questa opzione niente paura: in commercio trovi moltissimi altri prodotti adatti, l’importante è che disinfettino senza essere aggressivi perché poi per forza di cose i micro-residui del detergente andranno a contatto con le tue parti intime.

Se il tuo vibratore è waterproof, invece, per la sua pulizia basta usare semplicemente l’acqua tiepida con un sapone delicato.

Quanto costa un vibratore?

migliore vibratore color

L’idea di comprarti un vibratore ti stuzzica, ma hai paura di dover sborsare un capitale? Nessuna paura, esistono vibratori per tutte le tasche!

Il costo del vibratore varia in base al modello, alle funzioni che possiede, al materiale di cui è fatto e all’azienda che lo produce: così come per la auto un modello di lusso costerà molto di più di una semplice utilitaria.

I vibratori più economici costano pochi euro, alcuni addirittura sotto la decina (anche se spesso in questo caso si parla di modelli usa e getta che non è possibile ricaricare una volta finita la piccola batteria di cui sono dotati), mentre altri arrivano a superare le centinaia di euro e promettono funzioni davvero avanzate o molto particolari.

Considerando che andrà a stretto contatto con le parti intime, nella scelta del vibratore ti conviene guardare più alla qualità dei che al costo: va bene cercare di risparmiare qualche quattrino, ma mai farlo a discapito della tua salute!

Curiosità

Il vibratore più costoso al mondo è il “The Royal Pearl” disegnato da Colin Burn e Nicole Gallus. È realizzato in platino e decorato da circa un migliaio di pietre preziose come perle e diamanti. Più che un sex toy è un vero e proprio gioiello e costa ben un milione di dollari.

Qual è la storia del vibratore?

Agli inizi del 1800 alcuni disturbi provati comunemente dalle donne, come ansia, sbalzi di umore, insonnia e agitazione per la medicina dell’epoca erano da imputare a un mancato appagamento dell’utero (da qui il termine “isteria femminile”) per questo intorno alla fine del secolo sono stati introdotti dei trattamenti per la stimolazione del clitoride attraverso getti d’acqua mirati ed è stata inventata “The manipulator” una sfera vibrante che funzionava a vapore: la tris nonna del nostro amico vibratore.

Nei primi anni del ‘900 hanno iniziato a comparire sul mercato i primi rudimentali vibratori, ma erano venduti semplicemente come dispositivi medici e la pubblicità era rivolta agli uomini interessati della salute psicofisica delle loro mogli, ma intorno agli anni ’30 hanno iniziato a girare i primi filmati porno e i vibratori hanno perso la reputazione di semplice medicina.

Il vibratore torna in voga solo negli anni ’60 grazie al clima più disteso dato dalla famosa rivoluzione sessuale, ma erano visti più come sex toys per la coppia che come strumenti utili alla masturbazione e inoltre venivano venduti principalmente spacciandoli per massaggiatori facciali perché i veri e propri sexy shop non erano così diffusi come oggi.

Il mercato dei sex toys e quindi dei vibratori ha un vero e proprio boom grazie all’avvento di Internet perché la rete offre anonimato e discrezione tanto da permettere a uomini e donne di fare i propri acquisti privati in libertà e di trovare molte più informazioni sul tema.

Cellulare e spazzolino elettrico: esiste un vibratore fatto in casa?

migliori vibratori telefono

“Fare di necessità virtù” si dice e questo proverbio può essere applicato anche agli ambiti più impensabili, come la sfera erotica. Se non puoi acquistare un vibratore puoi godere lo stesso della stimolazione con le vibrazioni anche usando oggetti di uso comune: i più famosi sono il cellulare e lo spazzolino elettrico.

Su alcuni smartphone si possono scaricare apposite applicazioni che trasformano il telefono in un vero e proprio vibratore, mentre lo spazzolino elettrico può essere usato come stimolatore del clitoride, in questi casi, però, bisogna stare attenti all’igiene e mettendo tutto sul piatto della bilancia vien da dire che forse è meglio superare l’imbarazzo e investire qualche soldo per poter vivere il proprio piacere in totale sicurezza.