Vivigratis logo
Facebook logoYoutube logoFlipboard logo
Casa & Famiglia • Le migliori centrifughe in vendita su Amazon
Condividi
Whatsapp logo
Telegram logo
Pinterest logo

Le migliori centrifughe in vendita su Amazon

Se una vocina dentro di te sta suggerendo che è arrivato il momento di comprare una centrifuga, oppure la tua fidata macchina per centrifughe sta per dirti addio ed è arrivato il momento di sostituirla, la nostra classifica ti aiuterà a fare un acquisto consapevole.

Abbiamo selezionato le migliori centrifughe in vendita su Amazon, selezionandole in base al prezzo, alla semplicità di utilizzo e alla performance; in questo articolo troverai inoltre una breve guida su come scegliere la centrifuga perfetta e tre ricette di centrifugati per la primavera in arrivo.

Cominciamo dal principio: decidere di comprare una centrifuga è un atto d’amore... no, non verso le aziende di elettrodomestici! Esclusivamente indirizzato a te stesso e alla tua famiglia.

Quale centrifuga comprare?

Fragole, mele e spinaci sono ottimi ingredienti per centrifugati dimagranti

Un buon succo di frutta e verdura fresca fatto in casa è un concentrato di vitamine e nutrienti, non appesantisce, non gonfia lo stomaco e, dettaglio da non sottovalutare, risulta appetitoso anche ai palati di bambini piccoli e adulti schizzinosi.

C'è un solo modo per preparare questo gustoso elisir di benessere: mettere in moto la tua centrifuga!

Abbiamo selezionato le migliori centrifughe in vendita su Amazon in base a criteri come il prezzo e le recensioni dei clienti, la potenza del motore, le dimensioni, la larghezza della tramoggia e la facilità di pulizia.

La centrifuga migliore: Philips HR1869/80

Questo centrifugatore Philips si aggiudica la medaglia d’oro come miglior centrifuga non professionale al momento in commercio.

Completamente in acciaio (sia la scocca che la struttura interna), ha un contenitore per gli scarti abbastanza capiente da permettere di preparare fino a 2,5 litri di succo per volta e un imbocco XXL, dal diametro di addirittura 8,5 centimetri.

Queste tre caratteristiche la rendono resistente ed estremamente comoda da utilizzare.

Contribuiscono alla facilità di utilizzo le tecnologie QuickClean e PreClean, che permettono di lavarla completamente con il minimo sforzo, e la valvola anti-sgocciolamento, che evita fuoriuscite moleste.

Il motore è tra i più potenti in commercio (parliamo di 900W), caratteristica fondamentale per preparare velocemente le bevande e minimizzare lo spreco dei succhi.

Inoltre, per non rovinare la frutta e la verdura più morbide e delicate, è possibile selezionare due diverse velocità.

Ha un peso di 6 chili che la rende facile da spostare dopo l’utilizzo, anche se leggermente ingombrante nelle dimensioni.

La migliore
Philips HR1869/80
Philips HR1869/80

Philips

Vai al negozio

La migliore centrifuga economica: Clatronic AE 3532

Nonostante sia una centrifuga economica, con un prezzo decisamente al di sotto della media, questo elettrodomestico ha il corpo completamente in acciaio inox, materiale ripreso anche per i componenti interni.

La tramoggia, diametro 75 mm, è abbastanza larga da permettere l’inserimento di molti frutti e verdure interi.

Il motore è potente, soprattutto considerando il rapporto con il prezzo: 1000W e due velocità la rendono competitiva con molti prodotti collocati nella fascia di spesa superiore.

Anche il peso è ottimo: con i suoi 4 chili è solida ma facile da spostare.

I lati negativi?
L’assenza di accessori in dotazione è sicuramente un neo, così come la pulizia un po’ difficoltosa (tutti i pezzi possono essere lavati, comunque, in lavastoviglie).

La più economica
Clatronic 263612 AE 3532
Clatronic 263612 AE 3532

Clatronic

Centrifuga automatica professionale con corpo di acciaio inox di alta qualità

Vai al negozio

La miglior centrifuga semi-professionale: Moulinex JU655H

Il terzo prodotto che entra in classifica è il centrifugatore Moulinex, che si differenzia dai precedenti per il suo essere una centrifuga semi-professionale.

Il motore da 1200W e gli 85 mm della tramoggia la rendono adatta all’uso intensivo anche nei bar, dove la velocità è fondamentale per servire una clientela spesso di corsa.

Il contenitore per la polpa ha una capienza di 2 litri e il corpo è, anche in questo caso, in acciaio inox.

Smontare e riassemblare l’elettrodomestico è un’operazione estremamente semplice; meno immediata la pulizia, che per essere accurata richiede qualche minuto.

La semi-professionale
Moulinex JU655H
Moulinex JU655H

Moulinex

Potente centrifuga a 2 velocità e con 2 lame centrali per un taglio e una spremitura ottimali con qualunque tipo di frutta e verdura

Vai al negozio

Cos’è la centrifuga?

La centrifuga è un piccolo elettrodomestico che permette di ottenere gustosi succhi di frutta e verdura in pochi minuti, attraverso alcuni semplici passaggi.

Il principio su cui si basa è la forza centrifuga (da cui il nome): grazie a rotazioni ad alta velocità è possibile separare la parte solida da quella liquida degli alimenti sminuzzati.

Avrai così una dissetante bevanda ricca di vitamine ed enzimi e piacevole da sorseggiare.

Qual è la differenza tra centrifuga ed estrattore?

Anche l'estrattore permette di ottenere gustose bevande detox, ma a differenza di una centrifuga lavora molto più lentamente, imitando il processo della masticazione attraverso un componente chiamato coclea.

In questo modo si ottengono due vantaggi fondamentali: si genera meno calore, il che permette di preservare anche gli enzimi più delicati, e si ottiene una quantità di succo maggiore a parità di ingredienti.

Un altro vantaggio dell’estrattore è quello di recuperare molto succo anche dalle verdure a foglia, dalle erbe aromatiche e dall'erba di grano.

I lati negativi sono due: il prezzo, molto più alto rispetto a quello di una centrifuga per uso domestico, e il maggior tempo che impiega per preparare un succo (anche di 10-15 minuti).

Qual è la differenza tra centrifuga e frullatore?

La differenza principale tra frullatore e centrifuga sta nell’utilizzo che i due elettrodomestici fanno della parte solida di frutta e verdura: mentre nella centrifuga viene scartata, infatti, il frullatore la trita finemente, lasciandola di fatto all'interno della bevanda o del passato di verdura che hai preparato.

Questo permette non solo di avere piatti più sostanziosi e sazianti, veri e propri pasti leggeri, ma anche di consumare la fibra che si trova nella polpa, con ovvi benefici per l’intestino.

Per preparare un centrifugato si utilizza molta più frutta e verdura di quella necessaria per l’equivalente quantità di frullato, il che garantisce maggiori quantità di vitamine e sali minerali.

Come scegliere una centrifuga

Come scegliere una centrifuga per succhi detox

Ci sono alcune caratteristiche essenziali per distinguere una buona centrifuga:

  • La potenza del motore in primis; i giri al minuto variano, in media, dai 6.000 ai 18.000: una differenza considerevole. Più il motore è potente, più succo riuscirà ad ottenere dagli ingredienti e più lo scarto sarà asciutto, minimizzando gli sprechi.
  • Perché la tua centrifuga sia davvero comoda e di veloce utilizzo, il tubo per l’inserimento degli ingredienti dev’essere abbastanza ampio da permettere a frutta e verdura di essere inserite interi. Prima di acquistare la tua centrifuga, controlla che il diametro della tramoggia sia di almeno 7 centimetri.
  • Un altro elemento di fondamentale importanza è il materiale con cui i diversi elementi della centrifuga sono composti; se il tubo per l’inserimento della frutta e della verdura può essere in plastica perché non sottoposto a particolari sollecitazioni, la scocca esterna è da preferire in acciaio inox, alluminio o, al limite, in plastica di ottima qualità.
    Le componenti interne come il filtro (assolutamente a maglie fini) e il cestello devono necessariamente essere in metallo antiruggine per durare nel tempo.
  • Le dimensioni e il peso dell’elettrodomestico sono da valutare con attenzione quando si sceglie quale centrifuga acquistare. Se da un lato il peso eccessivo è fastidioso, soprattutto se si ripone la macchina per centrifughe dopo ogni utilizzo, dall’altro un elettrodomestico troppo leggero risulta poco stabile, tremolante, sporca il piano di lavoro e spreca il succo. I piedini a ventosa aiutano a mantenere ferma la centrifuga.
  • Un altro elemento importante è la dimensione del cestello per gli scarti, che incide sulla quantità di succo che può essere preparato prima che si renda necessario svuotarlo.
  • La pulizia della centrifuga è fondamentale perché continui a fare bene il suo lavoro nel tempo e per garantire l’igiene degli alimenti che ne vengono a contatto. Attenzione quindi a far ricadere la scelta su un prodotto che si smonti e assembli con facilità e i cui singoli componenti possano essere lavati in lavastoviglie.

Cosa sono i centrifugati?

I centrifugati sono il prodotto finale della centrifuga: succhi di frutta e verdura ottenuti dalla separazione della polpa dai liquidi degli ingredienti.

In questo modo si mantengono intatte gran parte delle vitamine, degli enzimi e dei sali minerali degli ortaggi, che possono così venire assunti in modo molto gustoso e concentrato.

Come fare i centrifugati?

Preparare un centrifugato di frutta e verdura è semplicissimo:

  • lavare per bene gli ingredienti;
  • eventualmente tagliarli a pezzi, senza sbucciarli (questo passaggio si può evitare scegliendo una centrifuga con la tramoggia molto larga, come quelle suggerite all’inizio del post);
  • inserirli nell’elettrodomestico in funzione e spingerli verso il cestello rotante utilizzando l’apposito componente;
  • bere il succo!

I frutti più pastosi, come la banana e i fichi, non si prestano ad essere centrifugati perché contengono poco succo.

Un'ulteriore accortezza riguarda le bucce più coriacee: sbuccia sempre il melone, l'ananas, i kiwi (non per lo spessore della pelle ma per la peluria che la ricopre), le arance e i pompelmi per non rischiare di rompere l'elettrodomestico; discorso analogo per molti semi e noccioli, come quelli dei chicchi di melograno.

Quando bere i centrifugati?

I centrifugati possono sostituire interi pasti all’inizio di una dieta detox per dimagrire e depurarsi, e sono sempre ottimi break spezzafame anche (soprattutto!) per i bambini.

Possono essere consumati ad integrazione dei pasti principali per aumentare l’apporto di vitamine e sali minerali giornaliero.

Perché bere i centrifugati?

I centrifugati sono alleati fondamentali del tuo benessere e di quello di tutta la famiglia, grazie all’apporto immediato di una grande quantità di vitamine e minerali.

Sono insostituibili amici nelle diete dimagranti e in quelle per depurare il corpo dagli eccessi di una vita sregolata e idratano l’organismo.

Ricette 

Le migliori ricette di centrifughe per dimagrire e depurarsi

Abbiamo selezionato tre buonissime ricette per affrontare la primavera e il cambio di stagione, ma non esistono limiti agli abbinamenti da sperimentare per ottenere centrifugati gustosi e salutari!

Centrifuga per dimagrire: la ricetta bruciagrassi

  • 1 piccolo cetriolo
  • ½ mela verde
  • Un piccolo pezzo di zenzero fresco sbucciato

Un centrifugato light, ottimo per bruciare i grassi, drenare i liquidi e dire addio alla cellulite!

Centrifuga per i bambini: la ricetta contro il raffreddore

  • 3 kiwi
  • 2 arance

Questo centrifugato è un pieno di vitamina C!
A differenza della maggior parte della frutta e della verdura, sia i kiwi che le arance vanno sbucciati prima di essere centrifugati. La buccia dell’arancia è infatti molto dura, mentre la peluria che ricopre la pelle dei kiwi non è adatta a questa lavorazione.

Centrifuga per colazione: la ricetta energizzante

  • 1 mazzetto di spinaci
  • 1 gambo di sedano
  • 1 fetta di melone bianco (centrifugare solo la polpa, senza semi né buccia)

Gli spinaci sono ottimi energizzanti naturali, non per niente sono la verdura preferita da Braccio di Ferro!

Tips&Tricks

Quando prepari un succo, non buttare gli scarti! Contengono moltissime fibre: puoi utilizzarli in preparazioni dolci, come torte, muffin e biscotti aggiungendoli all'impasto. Aggiungi gli scarti dal sapore più intenso (come, ad esempio, quelli del cavolo nero) nella farcia dei ravioli o dei cannelloni, nelle frittate e nelle torte salate.