Vivigratis logo
Facebook logoYoutube logoFlipboard logo
Viaggi • L'India, il viaggio della vita: i migliori tour da nord a sud
Condividi
Whatsapp logo
Telegram logo
Pinterest logo

L'India, il viaggio della vita: i migliori tour da nord a sud

Quando andare e cosa vedere in India
L'India assale, prende alla gola, allo stomaco. L'unica cosa che non permette è di restarle indifferente. (Tiziano Terzani)

L'India è un universo a sè: non si torna uguali a come si è partiti, dopo un viaggio nel subcontinente.

C'è la maestosità del Taj Mahal, forse il simbolo di tutta l'India, i palazzi principeschi, il deserto del nord e l'Himalaya. Poi ci sono le destinazioni esotiche del sud, con le città coloniali e le spiagge tropicali. C'è la sacralità di Varanasi, l'accoglienza della gente del posto e il gusto unico del cibo, accentuato da una profusione di spezie.

Un tour dell'India è davvero un'esperienza in grado di cambiare la percezione delle cose. Se ti sembra che sia arrivato il momento di affrontare questa avventura, ti presentiamo le migliori offerte di viaggio.

Tour in India: offerte

India: offerte tour
In India non crediamo di essere, sappiamo di essere. (Dal film Hollywood Party)

Il modo migliore per scoprire l'India è affidarsi ad esperti locali, che sanno dove guidarti e come interpretare quello che vedi. Perché visitare l'India non è solo muoversi nello spazio, ma è anche immersione in una cultura antichissima ed eterogenea, che ha saputo affascinare gli occidentali come pochi altri luoghi nel mondo con la sua spiritualità e la saggezza dei suoi abitanti.

Vuoi vivere anche tu questa avventura? Ecco le migliori offerte per i migliori itinerari, da nord a sud.

Tour del Triangolo d'Oro

Tour del Triangolo d'Oro classico in India
Tour del Triangolo d'Oro classico in India

viviTravels

6 giorni / 5 notti.

Vai al negozio

Il tour ideale per chi si avvicina all'India per la prima volta, un itinerario che prevede la visita delle città simbolo dell'India, il Triangolo d'Oro, che unisce Delhi, Jaipur e Agra. A Delhi, capitale vivacissima del subcontinente, divisa in Delhi Nuova e Vecchia, si possono visitare la moschea Jama Masjid, la tomba di Humayun, il minareto Qutub Minar e il Forte rosso. A Nuova Delhi ti aspettano invece l'India Gate e il Parlamento, da vedere dall'esterno.

Si prosegue alla volta di Jaipur, la perla del Rajasthan e città dei maragià caratterizzata da maestosi palazzi, caotiche strade e coloratissimi bazar. Qui spiccano il Palazzo della Città, l'Hawa Mahal o Palazzo dei venti con la sua forma ad alveare e l'osservatorio astronomico Jantar Mantar. A Jaipur si effettua un'escursione in elefante alla fortezza di Amber.

La tappa successiva è Agra, dove si vedrà il Taj Mahal, monumento simbolo dell'India, e il forte di Agra, prima del rientro a Delhi.

Tour del Triangolo d'Oro con Khajuraho e Varanasi

Triangolo d'Oro con Khajuraho e Varanasi
Triangolo d'Oro con Khajuraho e Varanasi

viviTravels

10 giorni / 9 notti.

Vai al negozio

Questo itinerario in India, al Triangolo d'Oro classico (Delhi, Jaipur e Agra con Taj Mahal) aggiunge la visita dei templi erotici di Khajuraho e Varanasi con il Gange.

Dopo la visita del Taj Mahal ad Agra si parte alla volta dei famosi templi dalle raffigurazioni erotiche, un complesso di 22 costruzioni sacre (in origine erano 85) con sculture dal chiaro riferimento sessuale la cui spiegazione è ancora dibattuta.

Ma la tappa forse più interessante del viaggio è la destinazione successiva: Varanasi, la città sacra per gli induisti, attraversata dal Sacro Gange, centro e riferimento della vita di ogni indù. Qui avrai l'opportunità unica di effettuare un giro in barca sulle acque del fiume, ammirando da una posizione privilegiata i ghat e i riti sacri compiuti sulle rive. Il ritorno è previsto da Delhi.

Tour completo del Rajashan

Tour culturale del Rajasthan
Tour culturale del Rajasthan

viviTravels

13 giorni / 12 notti.

Vai al negozio

Questo tour si concentra sulla scoperta del Rajasthan, forse lo stato più suggestivo dell'India per via delle sue architetture principesche. Si parte con la visita di Delhi per poi proseguire alla volta di Mandawa, Bikaner e quindi Jaisalmer, una città indimenticabile, resa unica dai suoi palazzi in arenaria color oro e dai suoi haveli, antiche dimore tipiche dalle decorazioni raffinate.

La destinazione successiva è Jodhpur, anche nota come "città blu" per via del colore delle sue case: una città capace di stregare chi la visita, immortalata in scatti meravigliosi anche dal fotografo americano Steve Mc Curry.

Successivamente ecco Udaipur, città dei laghi (ne possiede tre) e dei palazzi sontuosi che galleggiano sulle loro acque. Chiamata anche Venezia d'Oriente, saprà folgorarti con la visione del City Palace, un edificio incantevole in marmo e granito, che si erge dalle acque del lago Pichola.

Dopo la sosta a Ranakpur, si arriva finalmente a Jaipur, la città più importante del Rajasthan, dove si vedranno i tre edifici iconici prima di tornare a Delhi: il Palazzo dei venti, il Palazzo della Città e l'osservatorio astronomico. Il viaggio si conclude con Agra e la visita del Taj Mahal per poi tornare a Delhi.

Tour dell'India del sud: Kerala e Tamil Nadu

Tour esotico dell'India del sud con yoga
Tour esotico dell'India del sud con yoga

viviTravels

9 giorni / 8 notti.

Vai al negozio

L'India del sud è una terra esotica, dove sopravvivono testimonianze delle architetture coloniali a fianco di templi tradizionali. Ma soprattutto l'India del sud è la terra dello Yoga e dell'Ayurveda, nonchè delle backwaters, un territorio paludoso unico al mondo, caratterizzato da isole e vegetazione di palme lussureggianti.

Il tour inizia dalla città di Chennai, proseguendo con la visita dei più famosi templi del Tamil Nadu, tra cui le splendide architetture sacre di Mahabalipuram e dintorni (Tempio sulla sponda e Cinque Ratha). Si prosegue poi con Trichy, la quarta città più grande del Tamil Nadu, e della città sacra di Srirangam, nelle cui vicinanze è previsto un breve soggiorno in un centro di yoga e meditazione.

La seconda parte del viaggio è dedicata al Kerala, lo stato famoso per le backwaters: l'itinerario prevede viaggio in treno per Alleppey, punto di partenza per esplorare le backwaters a bordo di un'houseboat, un battello tradizionale dove è possibile anche pernottare.

A Cochin, l'ultima tappa del viaggio, si ammirano le eredità del colonialismo europeo, tra cui Forte di Cochin, sinagoga ebraica, chiesa di San Francesco e per finire le reti da pesca cinesi, il vero simbolo di questa città.

India: cosa vedere

Holi festival in India
In India si è diversi che altrove. Si provano altre emozioni. In India si pensano altri pensieri. (Tiziano Terzani)

L'India è un paese grande e affascinante, ricco di milioni di sfaccettature, abitato da diverse popolazioni, ciascuna con le proprie credenze e tradizioni. Per questo non esiste una sola India: ogni suo angolo regala esperienze diverse e tutte parimenti indimenticabili.

L'itinerario classico per chi affronta l'India per la prima volta è il Triangolo d'Oro dell'India del nord, toccando Delhi, la moderna capitale dove visitare la tomba di Humayun e la moschea Jama Masjid, poi Agra, la città dell'iconico Taj Mahal e patrimonio Unesco, mausoleo che l'imperatore Shah Jahan fece costruire per la moglie, e per finire Jaipur, la città dei maragià nello stato del Rajasthan.

È proprio il Rajasthan uno degli stati più suggestivi dell'India, per le sue città dai palazzi principeschi che sorgono del deserto del Thar. Un tour dell'India del nord, completata la visita del Triangolo d'Oro, può abbracciare le magiche città del Rajasthan: oltre a Jaipur, dove si rimane impressionati di fronte alla bellezza del Palazzo dei Venti, simile ad un alveare, al forte di Amer e al City Palace, si può fare tappa a Jaisalmer, la città dorata sulle sponde del lago Gadisar, punteggiata da haveli, dimore storiche riccamente decorate.

Udaipur è la città dei palazzi che emergono dalle acque del lago Pichola (indimenticabile la vista del Palazzo sul lago), ma anche del Jagmandir, la residenza estiva del maharana.

Jodhpur è la città blu del Rajasthan per via del colore delle sue case, e infine meritano una sosta anche Mandawa e Bikaner, per vedere gli haveli.

Non si può partire dall'India del nord senza passare da Varanasi, la città sacra per gli induisti nello stato dell'Uttar Pradesh. Qui tutto ruota intorno al Gange, dove il fedele deve immergersi almeno una volta nella vita scendendo dai ghat, le gradinate che conducono nell'acqua. Una sosta a Varanasi è l'occasione unica per assistere da vicino ai riti della gente locale, che vive una vita profondamente intrisa di spiritualità e senso del sacro.

Il tour dell'India del sud copre generalmente il Kerala, regione caratterizzata dal sistema delle backwaters, un complesso di paludi dalla vegetazione esotica, dove galleggiano isole tropicali, da esplorare a bordo delle tradizionali houseboat (su cui si può anche pernottare). Il Kerala è la terra dei trattamenti benessere, dello yoga e dell'Ayurveda: alloggiare in uno spa resort delle sue numerose città dal fascino coloniale, è un'occasione per rigenerare corpo e mente.

Le città da non perdere sono Trivandrum, Kollam, Cochin, famosa per le costruzioni coloniali in stile europeo e per le iconiche reti da pesca cinesi, Alleppey, Kumarakom, Munnar (celebre per le risaie) e Kovalam, dalle meravigliose spiagge.

Affacciato sul mar Arabico, ecco lo stato di Goa, nell'India sud-occidentale, rinomato per le sue spiagge e le località balneari: la perfetta destinazione per rilassarsi dopo un intenso tour culturale. Per chi non è stufo di visitare, sempre nel sud, c'è il Tamil Nadu, famoso per i suoi templi e per le città dal gusto coloniale francese, quali Chennai e Madurai, dove rimanere impressionati di fronte al maestoso tempio Meenakshi.

Quando andare

Treno tipico dell'India
Ci sono migliaia di stazioni in India. Ci vorrebbe una vita per trovare quella giusta. (Dal film Lion - La strada verso casa).

Il periodo migliore per visitare l'India varia da zona a zona, ma in generale, per effettuare un tour completo da nord a sud, i mesi consigliati sono quelli da ottobre a marzo.

Rajasthan e India del nord: quando andare

In India del nord si può andare da gennaio a marzo, la stagione turistica sulle montagne, quando il clima è fresco e non ci sono monsoni. A marzo inizia a fare caldo e a presentarsi qualche acquazzone, ma se vuoi partecipare all'Holi Festival, la festa dei colori e dell'amore che si celebra in molte città del nord a fine marzo, questo è il periodo ideale (prenotando gli alloggi con largo anticipo!)

Siccome in Rajasthan il monsone soffia con meno intensità, anche l'estate europea qui è consigliata per un viaggio, a patto di sopportare l'afa e qualche sporadico acquazzone. Nel resto dell'India del nord abbondano umidità e piogge, che spesso ostacolano anche le strade rendendo impossibili i trasferimenti. Luglio e agosto sono tuttavia piacevoli per visitare il Ladakh.

Da ottobre a dicembre riprende la stagione turistica, con prezzi più alti ma clima perfetto per qualsiasi tipo di attività.

Goa: quando andare

Se hai voglia di fare vita da spiaggia sulle splendide spiagge di Goa, ti farà piacere sapere che l'acqua è calda tutto l'anno. Per stare in spiaggia a prendere il sole invece il periodo migliore è quello tra dicembre e febbraio.

Kerala: quando andare

Se la tua destinazione è il Kerala, nel sud, evita marzo e maggio che sono molto afosi, e il periodo da maggio a ottobre, che è il periodo del monsone e delle piogge.

I mesi migliori sono agosto e settembre, in cui c'è una breve primavera, mentre a gennaio e febbraio è inverno, ma con temperature che si aggirano ovunque sui 28 gradi, dunque anche questo periodo è buono per visitare. I mesi di agosto e settembre sono anche quelli più animati da eventi nelle città: perciò questo è decisamente il periodo giusto per una vacanza!

Vaccinazioni, documenti e visto

Varanasi in India
Devi credere negli dei se vuoi vederli. (Proverbio indiano)

Per viaggiare in India è necessario avere il passaporto con validità residua di almeno sei mesi dal momento dell'arrivo. Il visto d'ingresso è inoltre obbligatorio: per soggiorni al di sotto dei 60 giorni, a scopo di turismo o affari, è sufficiente l'eVisa che permette di fare domanda per l'ottenimento del visto direttamente dal sito del governo.

Dopo aver effettuato il pagamento online, nel giro di 72 ore riceverai un'email di autorizzazione al viaggio, mentre il visto effettivo sarà rilasciato all'arrivo ad uno dei porti o aeroporti previsti presentando l'autorizzazione. Per quanto riguarda le vaccinazioni, non ne sono previste di obbligatorie se si arriva dall'Europa. Chi arriva invece da Africa, America Latina, Papuasia e Papua Nuova Guinea, ad esclusione dei bambini sotto i sei mesi, deve presentare un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

Per informazioni aggiornate in tempo reale su documentazione necessaria ed eventuali stati di emergenza, si consiglia di tenere controllata la sezione dedicata all'India del sito Viaggiare Sicuri della Farnesina.

Come prenotare i voli

Voli per l'India: consigli
Da un quarto di secolo percorro l'India, fermo nella mia stanza. È ormai tempo di andarvi per davvero. (Piero Scanziani)

Grazie a siti aggregatori come Skyscanner e Volagratis è facile trovare voli per l'India al prezzo più basso. Da Milano partono voli con uno scalo per Nuova Delhi, Mumbai, Bangalore, Amritsar e Chennai operati dalle compagnie Oman Air, Turkish Airlines, KLM, Aeroflot, Qatar Airways, Austrian, Air India e Jet Airways. I voli per l'India da Roma atteranno a Delhi con volo diretto della durata di poco più di sette ore con Air India, oppure con uno scalo con Turkish Airlines e Alitalia.

Sempre da Roma, con uno scalo si raggiungono anche Mumbai, Amritsar, Bangalore e Kochi con Air France, Jet Airways, Turkish Airlines, Kuwait Airways e Air India.