Vivigratis logo
Facebook logoYoutube logoFlipboard logo
Casa & Famiglia • Dal formaggio allo zenzero: le migliori grattugie elettriche e manuali
Condividi
Whatsapp logo
Telegram logo
Pinterest logo

Dal formaggio allo zenzero: le migliori grattugie elettriche e manuali

La migliore grattugia per ogni alimento
La cucina di una società è il linguaggio nel quale essa traduce inconsciamente la sua struttura - Claude Levi Strauss

La cucina italiana è un tripudio di aromi, colori e sapori, una gioia per gli occhi prima ancora che per il palato. Ma che Carbonara sarebbe senza Pecorino? E vogliamo parlare degli spaghetti al pomodoro senza Parmigiano? Eh no, i nostri piatti alla grattugia non possono proprio rinunciare!

Scegliere la migliore grattugia è essenziale per dare un tocco in più alle tue preparazioni, evitando di spappolare gli alimenti o tritarli sommariamente.
Non solo il formaggio: dalle carote alla julienne alla frutta per bambini, passando per le profumate scorze e l'aroma dello zenzero fresco; tutto, o quasi, può essere subito sminuzzato con i piccoli utensili che ti consigliamo.

All’interno di questo post potrai trovare la selezione delle migliori grattugie, suddivise tra elettriche e manuali, e scegliere quella perfetta per la tua cucina.

Grattugia elettrica: i modelli migliori

Iniziamo la nostra classifica sulle migliori grattugie con i modelli elettrici destinati ai cuochi amatoriali e i commensali un po' pigri, che vogliono minimizzare lo sforzo.

Con questo tipo grattugia tutto quello che devi fare, infatti, è premere un bottone.

Ariete Gratì: la grattugia elettrica più venduta

Ariete Gratì: grattugia elettrica per pane e formaggio

Questo piccolo elettrodomestica firmato Ariete è un vero e proprio prodotto cult nel panorama delle grattugie elettriche.

Si distingue per il design simpatico e colorato e per la batteria a lunga durata.
Dopo l'uso è sufficiente agganciare in verticale la grattugia nella stazione di ricarica, che può essere lasciata sempre collegata alla corrente elettrica, perché la grattugia sia sempre pronta ad essere messa in funzione.

È piccola, leggera e maneggevole, realizzata con buoni materiali: plastica dura per la scocca, acciaio inox per il rullo interno.

Ariete Gratì, prodotto Amazon Choice, è l'ideale per ridurre in polvere cioccolato, formaggi a media stagionatura e pane, ma può avere qualche difficoltà in caso di croste o prodotti caseari più duri.

Facile da smontare, garantisce una buona e semplice pulizia anche grazie alla possibilità di lavare le singole componenti in lavastoviglie.

Senza filo
Gratì 2.0
Gratì 2.0

Ariete

Potenza: 120 W

Vai al negozio

Imetec Dolcevita GR1: la grattugia semi-professionale

Imetec Dolcevita GR1 si colloca a metà strada tra le grattugie da tavola e quelle professionali, come lascia intendere anche il design più complesso della struttura.
In questo caso non solo il rullo ma anche la tramoggia sono in metallo, caratteristica che aumenta la robustezza dell'elettrodomestico.

Grazie ad Imetec Dolcevita GR1 è possibile grattugiare una buona quantità di formaggio in anticipo, conservandolo pronto all'uso nel contenitore estraibile dotato di coperchio salva-freschezza.

Un altro aspetto decisamente da non sottovalutare è il sistema di sicurezza: il rullo della grattugia si aziona solo quando il coperchio è chiuso, e si blocca in automatico quando viene aperto.

L'igiene dell'apparecchio è facilitata dalla possibilità di smontare e lavare in lavastoviglie alcune componenti.

Ideale per grandi quantità di grattugiato
Dolcevita GR1
Dolcevita GR1

Imetec

Potenza: 150W

Vai al negozio

Grattugia manuale: i modelli migliori

La migliore grattugia per zenzero, formaggio e altro
Cucina non è mangiare, è molto, molto di più. Cucina è poesia - Heinz Beck

La grattugia manuale è uno strumento tanto semplice quanto indispensabile in cucina.

Unico neo: utilizzarla comporta un certo sforzo fisico, soprattutto quando si devono preparare grandi quantità di grattugiato.

La migliore grattugia per il formaggio

Grattugiare il formaggio è, spesso, l'utilizzo primario di questo piccolo strumento indispensabile in cucina. In fondo, una spolverata di Parmigiano, Grana o Pecorino può davvero cambiare il gusto di un piatto!

Ma la di là della manciata di formaggio per completare un primo piatto, in molte preparazioni è richiesto di sminuzzarne ben più abbondanti quantità.

La classica grattugia a piramide, come quella WMF che ti consigliamo, è la soluzione ideale.
Grazie all'ampia base di appoggio offre stabilità durante l'operazione e permette di avere scaglie di diverse dimensioni, a seconda della lama utilizzata.

Si tratta inoltre di una tipologia di strumento versatile, che oltre al formaggio permette di realizzare verdure sminuzzate e alla julienne, cioccolato grattugiato e molto altro.

La più versatile
Grattugia 4 Lati Profi Gourmet
Grattugia 4 Lati Profi Gourmet

WMF

Vai al negozio

La migliore grattugia per i tartufi

Il tartufo è un prodotto estremamente prelibato. Disporre dello strumento adatto alla sua lavorazione è fondamentale per mantenere intonsi il suo sapore e la sua fragranza.

Per ottenere fettine molto sottili, la lama delle grattugie per tartufo è in genere davvero affilata: fai sempre attenzione alle dita quando la maneggi, sia durante l'utilizzo che la pulizia.

Non fa eccezione la grattugia per tartufi Eppicatispal 239.L, realizzata in acciaio inox di ottima qualità, prodotta in Italia e lavabile in lavastoviglie.
La lama è regolabile per permettere di scegliere lo spessore delle fette, anche sottilissime, da utilizzare per guarnire i piatti.

Eppicatispal 239.L
Eppicatispal 239.L

Eppicatispal

Vai al negozio

La migliore grattugia per la scorza di arancia e limone

Grattugie per la scorza di arancia e limone

Piccola e maneggevole, questa grattugia Microplane è perfetta tanto per ottenere scorza profumata dagli agrumi quanto per grattugiare piccole dosi di formaggio e spezie, come cannella e noce moscata.

Il suo maggior pregio risiede nella conformazione delle lame, arrotondate, che pur risultando affilatissime sui prodotti alimentari preservano le dita da potenziali ferite accidentali.

Il manico ergonomico e i piedini in gomma, che permettono di poggiare la grattugia sul tavolo senza che scivoli, rendono questo piccolo utensile molto comodo e funzionale anche quando bisogna di sminuzzare quantità discretamente voluminose di cibo.

La migliore
Premium Classic Grattugia
Premium Classic Grattugia

Microplane

Vai al negozio

La migliore grattugia per preparare la mela ai bambini

Realizzata in vetro, questo strumento realizzato da Borgonovo non può mancare nelle case dei neo-genitori alle prese con lo svezzamento.

La mela, alimento da sempre consigliato e apprezzato tra i bambini, viene ridotta in purea cremosa, facile da mangiare anche per chi è alle prime armi con l'alimentazione solida.

Il materiale garantisce resistenza nel tempo e rende possibile lavare la grattugia in lavastoviglie senza che questa ingiallisca o si rovini.

Per lo svezzamento
Grattugiamele in vetro
Grattugiamele in vetro

Borgonovo

Vai al negozio

La migliore grattugia per spatzle e knopfli

Questo tipo di grattugia è molto utile per preparare gli gnocchetti tipici della cucina alpina, da condire con burro e formaggio - o come prevede la tua ricetta preferita.

Il modello di Louis Tellier che ti proponiamo è in acciaio inox molto resistente, si pulisce con facilità in lavastoviglie e svolge egregiamente il suo lavoro.

Il peso leggero la rende estremamente maneggevole.

Grattugia per spatzle
Grattugia per spatzle

Louis Tellier

Vai al negozio

La migliore grattugia per lo zenzero

Lo zenzero: come farne a meno? Che tu sia fan delle ricette etniche o solo alla ricerca di una tisana saporita e dai molti benefici, lo zenzero fresco diventerà presto il tuo migliore amico.

La maggior parte delle ricette a base di questa speziata radice prevede l'uso dell'alimento ridotto a purea, consistenza ottenibile con una grattugia zester e un coltello affilato oppure, in maniera più semplice e sicura, con una grattugia giapponese in ceramica.

Si tratta di un piccolissimo utensile il cui unico scopo è quello di grattugiare molto finemente, quasi spappolandola, la radice di zenzero senza ferire le dita.

La conformazione del piattino permette di raccogliere il succo, e nessuna parte della preziosa radice viene sprecata.

Zero sprechi
Grattugia per zenzero in ceramica
Grattugia per zenzero in ceramica

Gefu

Vai al negozio

Manuale o elettrica: quale grattugia scegliere?

Non esiste una risposta univoca per questa domanda: in realtà, tutto dipende dall'uso che si fa di questo strumento.

La grattugia manuale è più versatile e pratica, in genere più economica e facile da lavare. Può essere portata ovunque, anche in villeggiatura o campeggio, dal momento che per funzionare non necessita di elettricità.

Inoltre, per alcuni alimenti come lo zenzero esistono grattugie specifiche esclusivamente manuali.

Di contro, la grattugia manuale richiede uno sforzo fisico anche consistente, quando c'è bisogno di notevoli quantità di grattuggiato; questo può essere un vero problema per le persone più deboli - e per quelle un po' più pigre.

La grattugia elettrica richiede più cura e un esborso economico maggiore (anche la manutenzione è un po' più laboriosa), ma permette di sminuzzare anche grandi quantità di materia prima senza alcuna fatica.

Come si grattugia lo zenzero fresco?

Ridurre in grattugiato questa radice fibrosa può essere un'operazione abbastanza complicata per chi si avvicina a questo ingrediente per la prima volta.

La prima cosa da fare è sbucciare lo zenzero con un coltellino affilato, un pelapatate oppure un cucchiaino.

Lo zenzero fresco può quindi essere sminuzzato in diversi modi: il migliore, e più veloce, è senz'altro quello di utilizzare una grattugia giapponese come quella che ti consigliamo nel post... Ma non è certo l'unico.

Se non hai a portata di mano questo particolare attrezzo, puoi fare affidamento su una grattugia zester (quelle lunghe e sottili, che si utilizzano anche per le scorze degli agrumi).
Se la dimensione del grattugiato richiesta dalla ricetta è molto fine, prosegui l'operazione con un coltello molto affilato o uno a mezzaluna.

Un piccolo trucco: per grattugiare con maggiore facilità la radice, congelala prima; in questo modo sarà più dura e facile da lavorare.